La ciclabile della Val Brembana

690
ciclabile della Val Brembana

La pista ciclabile della Val Brembana è stata realizzata dalla Comunità montana della valle grazie alla collaborazione con la Provincia di Bergamo. Va da Zogno (Bg) a Piazza Brembana (Bg) e rappresenta un itinerario adatto a tutti e ideale per una gita da fare in giornata.

Anche in estate, grazie alla quota e alla presenza del fiume, si può percorrere questa ciclabile, senza soffrire troppo il caldo e vivendo quindi un’esperienza gradevole, immersi nella natura. Alcuni tratti del percorso sono in leggera salita, ma il dislivello totale supera di poco i 200 metri e quindi il percorso è veramente adatto a tutti, comprese le famiglie con bambini.

ciclabile della Val BrembanaQuesta pista ciclabile segue il corso del fiume Brembo ed è stata ricavata dalla vecchia linea ferroviaria, dismessa dopo il 1966, si tratta di una pista in sede protetta con solo alcuni tratti di traffico promiscuo, in tutto si sviluppa su 21 km, prevalentemente asfaltati e ha quindi un basso livello di difficoltà.

Si può percorrere agevolmente sia con MTB che con biciclette da corsa e permette di ammirare e scoprire numerosi luoghi di interesse, tra i quali San Pellegrino Terme, San Giovanni Bianco e Lenna.

La pista ciclabile della Val Brembana è uno degli itinerari più suggestivi dell’intera Lombardia, grazie alla bellezza del paesaggio, mai monotono, al susseguirsi di tunnel, ponti e leggere salite che rendono il percorso sempre dinamico ed interessante, anche se mai troppo faticoso.

Questa pista oggi è tra i fiori all’occhiello dell’offerta turistica della Val Brembana, è punteggiata da cippi che indicano la distanza tra le diverse località ed è caratterizzata da un ottimo fondo in asfalto che la rende adatta a qualunque tipo di bicicletta.

ciclabile della Val BrembanaBen segnalata fin dal suo chilometro zero, la partenza di Zogno, dopo pochi km permette di raggiungere la prima interessante tappa di San Pellegrino Terme, piccolo comune che è il principale polo d’attrazione della Val Brembana, nel quale poter ammirare, tra le altre cose, pregevoli architetture liberty, come quelle del Casinò Municipale e del Grand Hotel.

Superata la stazione termale si prosegue la ciclabile imboccando una suggestiva galleria in pietra naturale, decisamente scenografica. Con il fiume Brembo a scorrere alla propria destra, si prosegue la pista verso San Giovanni Bianco e si attraversa pedalando il torrente Enna, un affluente del Brembo da cui ha inizio il percorso di un’altra bella ciclabile, quella della Val Taleggio.

La ciclabile della Val Brembana, nella sua seconda parte è ricca di zone attrezzate per la sosta e di vari locali, tra i quali trattorie dove gustare piatti tipici molto buoni e assaggiare alcuni formaggi locali decisamente memorabili. Non mancano anche i negozi e dopo qualche chilometro si arriva a Lenna, dove ammirare un bel intervento di recupero della stazione ferroviaria e iniziare una piccola salita (con pendenza mai superiore al 3%), che porterà fino a Piazza Brembana.

Per i ciclisti che oltre al gesto atletico apprezzano storia e cultura, è decisamente consigliata una visita al Museo della Val Brembana di Zogno, che trova sede in un bel edificio del seicento e che raccoglie importanti testimonianze del passato. Vi si possono ammirare oltre 3.500 diversi oggetti, tutti legati a questo territorio. Molto bello anche il già citato Casinò Municipale di San Pellegrino Terme, con la sua architettura liberty, che oggi è una location molto vitale, aperto a visite guidate e spesso usato per mostre e convegni, oltre che per matrimoni e feste.