Alla scoperta delle 3 isole più grandi d’Italia: mete perfette per la prossima primavera

185
isole da visitare in primavera

La primavera è ancora lontana, ma c’è già chi pensa alle mete da raggiungere quando l’inverno e il freddo saranno solo un ricordo.

Seppur i viaggi invernali sono senz’altro piacevoli, è con l’allungarsi delle giornate che scatta la voglia di stare all’aria aperta e partire alla scoperta di una nuova meta. Se l’idea è quindi quella di non farsi trovare impreparati per le vacanze di primavera, ecco 3 proposte da tenere in considerazione.

Le 3 isole più grandi d’Italia dove trascorrere le vacanze primaverili

Primavera fa il paio con passeggiate all’aria aperta e dove godersi le migliori passeggiate se non su un’isola baciata dal sole?

Nel nostro Paese sono tanti i fazzoletti di terra che tutto il mondo ci invidia; tuttavia, i più conosciuti sono quelli più grandi: Sicilia, Sardegna ed Elba. Inoltre si tratta di destinazioni facilmente raggiungibili in qualsiasi periodo grazie ai numerosi traghetti disponibili, come ad esempio quelli proposti su Tirrenia.

Sicilia

La Sicilia è per molti l’isola più bella non solo d’Italia, ma anche di tutto il Mediterraneo. Nonostante sia presa d’assalto per lo più nei mesi estivi, è in realtà in primavera che dà il meglio di sé; quando l’aria inizia a farsi più tiepida, passeggiare alla scoperta dei suoi luoghi must è un vero godimento.

Tra le destinazioni più gettonate in questo periodo troviamo senz’altro Agrigento con la sua Valle dei Templi. Qui infatti ogni primavera si celebra la Sagra del Mandorlo in Fiore che colora tutta l’area archeologica di bianco e rosa, facendo da contrasto al giallo ocra dei maestosi templi.

Anche visitare le principali città d’arte è davvero un’esperienza unica. Palermo, Catania, Siracusa e tutte le altre località più conosciute in questo periodo sono ancora poco affollate, per cui è molto più semplice ammirarle e godersele appieno.

Sardegna

Anche la Sardegna in primavera ha tutto un altro sapore. La regione per eccellenza delle spiagge da sogno, infatti, in questo periodo è il luogo ottimale da raggiungere per godere di scorci da favola prima del caos estivo. Tra le città da non perdere troviamo Cagliari, Alghero, Olbia e Sassari, ma anche tutti i borghi che costellano l’isola sono ottime alternative.

Chi ama il trekking e l’avventura non può perdersi il sentiero che porta alla Sella del Diavolo, il promontorio nei pressi della spiaggia del Poetto di Cagliari, dal quale si può godere di uno spettacolo indicibile.

L’assenza della massa dei turisti favorisce anche l’esplorazione in tutta tranquillità dei siti minerari abbandonati, dei villaggi fantasma, delle grotte ipogee e dei famosissimi Nuraghi nel bel mezzo di prati in fiore.

Elba

La prima cosa da fare durante una vacanza all’Elba in primavera è di sicuro correre ad ammirare le sue spiagge più belle ancora sgombere di turisti e visitatori. Trovarle quasi vuote, infatti, è praticamente impossibile per chi arriva qui in estate. Tra le spiagge immancabili meritano una visita Cavoli, Seccheto e Fetovaia, ora più belle che mai.

Non solo spiagge, ovviamente. Chi vuole immergersi nella storia elbana può ripercorrere l’itinerario di Napoleone, toccando tutte le tappe legate alla vita dell’Imperatore, oppure incamminarsi verso il Castello del Volterraio visibile quasi da tutta l’isola.

A proposito di cammini, il periodo primaverile è ottimo per chi vuole intraprendere la Grande Traversata Elbana, un trekking a dir poco straordinario che percorre tutta l’Isola d’Elba da est a ovest, passando per la vetta del Monte Capanne. Un percorso adatto ai camminatori che tra panorami incredibili, borghi e la tipica macchia mediterranea saprà lasciare tutti senza fiato.