Posso viaggiare con la mia vecchia ESTA?

144
esta

Viaggiare in tutto il mondo è diventato più complicato durante il Coronavirus. A partire da marzo 2020 la maggior parte delle nazioni ha adottato misure restrittive per contenere i contagi e alcune di queste restrizioni rimangono in vigore tutt’oggi, riguardando prevalentemente i viaggi per motivi di piacere.

Se all’interno dell’Europa è possibile circolare già da un po’, seppur con alcune limitazioni, gli Stati Uniti non hanno ancora aperto le frontiere ai turisti provenienti dai paesi dell’area Schengen.

La scelta di mantenere le frontiere chiuse ai turisti europei è stata criticata in base a un principio di reciprocità, dal momento che i cittadini statunitensi possono visitare l’Europa per turismo già a partire dall’inizio dell’estate 2021 in seguito alla decisione del Consiglio Europeo.

Il governo americano resta fermo sulle proprie decisioni al momento, per cui non ci resta che attendere la riapertura per tornare a visitare gli States in tutta libertà.

Hai richiesto un’autorizzazione a viaggiare senza Visto prima del Covid e non sai se potrai ancora utilizzarla una volta riaperte le frontiere?

Ecco tutte le informazioni utili per sapere se la tua ESTA è ancora valida e come viaggiare negli States dopo il Covid-19.

Durata ESTA

Per sapere se la tua ESTA è ancora valida è necessario innanzitutto verificare la sua data di emissione.

La durata ESTA è infatti di due anni, il che significa che se hai ottenuto la tua autorizzazione a viaggiare senza Visto – ad esempio – a gennaio 2020, potrai viaggiare negli USA fino a gennaio 2022.

Un’altra cosa da controllare è la validità del tuo passaporto: se è scaduto, anche l’ESTA non è più valida, a prescindere dalla sua data di rilascio.

In questo caso sarà necessario rinnovare il tuo passaporto elettronico prima di richiedere una nuova autorizzazione ESTA.

Con ESTA puoi visitare gli Stati Uniti per un massimo di 90 giorni per motivi di piacere, affari, salute o per seguire corsi di formazione senza rilascio di un attestato.

Viaggiare con NIE

In attesa che il governo americano riapra le porte ai viaggi turistici, esistono una serie di casi per cui è possibile recarsi negli Stati Uniti nell’ambito del programma di viaggio NIE (National Interest Exception): a partire dal 2 marzo 2021 è concesso viaggiare negli States ai cittadini dei paesi dell’area Schengen nel caso in cui il motivo del viaggio risulti di interesse nazionale.

A questo link è possibile consultare le categorie di viaggiatori che rientrano nel NIE.

Tra questi troviamo i lavoratori che offrono supporto vitale nel settore delle infrastrutture e gli operatori sanitari impegnati nella lotta contro il Covid, ma anche studenti, accademici e viaggatori d’affari.

Per poter viaggiare è necessario sottoporre la propria richiesta all’Ambasciata o ai Consolati per ricevere il NIE. Possono inoltrare richiesta non solo i viaggiatori in possesso di specifici Visti ma anche chi possiede l’ESTA e deve viaggiare per uno dei motivi che rientra tra le Eccezioni di Interesse Nazionale.

Se è il tuo caso e hai un’ESTA valida, puoi inoltrare la richiesta e prepararti a volare negli States.