Il Madagascar è una meta adatta ai bambini?

869
vacanze in Madagascar con bambini

Molti bambini amano gli animali, specialmente quelli selvatici, ma il Madagascar non è uno zoo. Temperature estreme, lunghe strade sterrate difficili da percorrere, condizioni generali piuttosto ostiche nonché il rischio di incorrere in disturbi di stomaco e punture di insetti metteranno alla prova il senso di avventura di ogni bambino.

Per questi motivi il Madagascar è solitamente considerata una destinazione non proprio “family friendly”, tuttavia questa meravigliosa terra africana può regalare ai vostri figli un’esperienza unica e memorabile, che ricorderanno per il resto della vita, basta semplicemente organizzare il viaggio al meglio, scegliendo il giusto itinerario e prestando massima attenzione dal punto di vista della sicurezza.

Spesso i tour operator non accettano bimbi piccoli, ma se i vostri ragazzi hanno almeno otto anni, sono bambini curiosi e pieni di energia, resteranno letteralmente affascinati da questa meta unica al mondo. Stesso discorso vale per gli adolescenti attivi, che con ogni probabilità si divertiranno tantissimo fra incredibili escursioni, campeggio, kayak, spedizioni fluviali, snorkeling e persino kite surf.

Ecco 3 itinerari consigliati per vacanze in famiglia in Madagascar

1 – ITINERARIO NEL SUD DEL MADAGASCAR

Si tratta di un’avventurosa vacanza di due settimane nel Madagascar meridionale, fra fauna selvatica, incredibili paesaggi e abitanti locali.Generalmente il sud del paese si presta ad essere visitato anche dai bambini più piccoli, molti itinerari infatti non prevedono limiti di età minima e possono essere strutturati a misura di piccoli avventurieri e adolescenti.

I punti topici sono i parchi nazionali di Ranomafana e Isalo dove sarà possibile avvicinarsi a lemuri, camaleonti e tutta una serie di affascinanti creature. Sarà possibile visitare villaggi locali dove entrare a contatto con la vita quotidiana malgascia, infine sarà possibile rilassarsi per qualche giorno sulle spiagge incontaminate e sicure di Ifaty, magari partecipando ad escursioni e tour per l’avvistamento di balene.

parco nazionale di Ranomafana
parco nazionale di Ranomafana

2 – ITINERARIO AVVENTUROSO PER TUTTA LA FAMIGLIA

Questa soluzione è certamente più “dinamica” e prevede giornate di esplorazione a piedi, escursioni su gommoni e con veicoli a quattro ruote motrici, alla scoperta dei paesaggi unici e della fauna selvatica. Generalmente si utilizzano alloggi vari e non particolarmente ricchi di servizi: dai campeggi alle capanne sulla spiaggia, ma anche eco hotel e addirittura bungalow sulle cime degli alberi. È una vacanza attiva e varia, adatta a bambini un po’ più grandi. i tour principali si concentrano su una piccola sezione dell’isola, ma toccano habitat molto diversi tra loro, come il Parco Nazionale della Montagna d’Ambre, la Riserva naturale integrale Tsingy di Bemaraha e la Riserva speciale dell’Ankarana.

3 – ITINERARIO FRA CAMPING ED ESCURSIONI IN CANOA

La terza proposta è probabilmente la più “estrema” e divertente. Offre un mix di attività tra cui rafting e passeggiate, con pernottamento in campeggi ed eco lodge. Sarà possibile godersi due giorni di kayak e rafting sul fiume Mangoky, avvistando i coccodrilli sulle rive e accampandosi di notte come veri avventurieri. Si potranno scoprire i paesaggi e la diversità naturale visitando il Parco Nazionale di Ranomafana e la Riserva di Anja alla ricerca dei lemuri. Ci si potrà cimentare in escursioni e arrampicate nel Parco nazionale di Andringitra o infine rilassarsi nei bagni termali di Ranomafana.

Salute e sicurezza in Madagascar

Il Madagascar è un territorio dove proliferano alcune fastidiose malattie, ma che possono essere evitate facilmente. L’importante è prendere sul serio la vostra salute e soprattutto quella dei vostri bambini, prestando massima attenzione. Per il vostro viaggio non potrete fare a meno di un’adeguata assicurazione sanitaria. Scegliete soluzioni ad alta copertura, comprensive di eventuale rimpatrio in Italia in caso di emergenze.

Per quanto riguarda le vaccinazioni, non è obbligatorio nessun vaccino per visitare il Madagascar; detto ciò, sono comunque consigliabili i vaccini di base (specialmente il vaccino contro l’Epatite A), nonché la vaccinazione contro la febbre gialla se si arriva da uno dei Paesi a rischio di contagio.

L’intera isola del Madagascar è un’area ad alto rischio per la Malaria. Nelle farmacie delle più grandi città del Madagascar è possibile acquistare pillole anti-malaria chiamate Malaron.

Infine, ecco alcune regole precauzionali da rispettare per evitare problematiche di salute:

  1. lavarsi sempre le mani con sapone, l’acqua da sola non basta
  2. non bere mai l’acqua del rubinetto, nemmeno dagli hotel di fascia alta.
  3. asciugarsi le mani con la carta, non con un asciugamano che è stato usato da molte persone
  4. evitare di assumere ghiaccio (occhio ad eventuali cocktail, bevande, ecc.)
  5. evitare di acquistare cibo dai venditori ambulanti

Per altre informazioni su costi, attività consigliate e periodo migliore per per una vacanza in Madagascar, vi consigliamo la lettura di questo articolo pubblicato su Travel365.it.