Compravendita e locazione di immobili estate 2020: Maremma Toscana in trend positivo!

570
parco nazionale della maremma

Soggiorni più lunghi e riscoperta delle bellezze nostrane, una meta ideale per un soggiorno estivo di qualità, ma anche un’occasione per cambiare vita?

Dalle ultime rilevazioni sul settore della compravendita e locazione immobili, in una fase purtroppo stagnante, se non proprio di decrescita a causa dell’emergenza Covid-19, si riscontrano alcuni esempi virtuosi, sui quali porre le basi per una futura ripresa.

Oggi citiamo il caso della Maremma Toscana, un territorio conosciuto ormai a livello internazionale, ma che in questi mesi sembra essere ricercato anche da molti turisti italiani.

Il motivo di questa scelta può sembrare scontato: da una parte le difficoltà a potersi spostare al di fuori dei confini nazionali (si stima che solo il 4,8% degli italiani punterà su una meta estera, contro il 25% dell’annata precedente), dall’altra la voglia di sopperire alle limitazioni del periodo riscoprendo le bellezze ed i territori nostrani, che comunque poco hanno da invidiare con le mete estere più richieste.

La crescita della domanda di affitti e di compravendita di appartamenti in Maremma (un’opportunità per avere una seconda casa pronta durante i periodi di ferie, ma anche un’occasione per puntare su una scelta di vita lontana dalle grandi città) si può spiegare con il ritorno ad un modello più simile a quello di 50 anni fa. Si punta su modalità di soggiorno più lunghe, possibilmente rimanendo in famiglia, e questo è possibile anche grazie al boom dello smartworking, che permette di lavorare da casa solo servendosi di una buona linea di connessione. Un modo intelligente per rimanere effettivamente operativi, staccandosi per un periodo di tempo anche lungo dalla città nella quale si trova il proprio ufficio fisico.

parco nazionale della maremma toscana
Parco Nazionale della maremma toscana

Maremma Toscana: i punti di forza dell’offerta territoriale

Perché proprio la Maremma Toscana riscontra questi numeri in controtendenza rispetto a gran parte d’Italia? Con una breve analisi, possiamo notare come siano molti gli elementi che la rendono un territorio adatto a questo periodo storico:

  • Bassa densità abitativa. Potrà sembrare un elemento poco significativo, ma in un periodo di convivenza con lo spauracchio Covid-19, l’opportunità di vivere in un territorio ricco di bellezze paesaggistiche e poco affollato, rappresenta a tutti gli effetti un punto di forza per il mercato immobiliare locale. 

Ricordiamo che la Provincia di Grosseto, dove si trova gran parte del territorio maremmano, è la seconda provincia d’Italia per dimensioni, ma tra le ultime per densità abitativa, con ricca presenza di campagne, scarsità di centri industriali e soprattutto di grandi agglomerati urbani, ad eccezione del Capoluogo di Provincia, Grosseto (con non più di 80.000 abitanti).

  • Vasta offerta turistica. Pochi posti in Italia come la Maremma possono vantare un territorio sconfinato e con una tale ricchezza paesaggistica. 

Numerose sono le località del panorama costiero che vengono annualmente premiate con l’importante riconoscimento della Bandiera Blu (tra queste, impossibile non citare Castiglione della Pescaia, meta di un turismo ricercato. La proposta immobiliare su Castiglione della Pescaia risulta essere molto variegata, ed offre opportunità davvero vantaggiose).

Chi ama il mare non ha che l’imbarazzo della scelta: Golfo di Follonica, Punta Ala, Cala Violina, Castiglione della Pescaia, Riva del Sole e Rocchette, Marina di Grosseto e Principina a Mare, oltre a tutto il Promontorio dell’Argentario, con Porto Santo Stefano e Porto Ercole.

Per chi ama la natura, il must è una lunga escursione all’interno del Parco Naturale della Maremma, caratterizzato da una ricca varietà di ecosistemi ed esteso dal Promontorio di Talamone fino alla foce del Fiume Ombrone.

Per chi ama visitare i borghi, la Maremma Toscana è forse il territorio ideale, considerando la scarsità di grandi agglomerati urbani, sopperita dalla presenza di paesi di origine medievale, che ancora oggi mantengono immutato il proprio fascino. Massa Marittima, il trittico dei borghi del tufo (Pitigliano, Sorano e Sovana), Populonia, Castiglione della Pescaia, Capalbio, Magliano in Toscana, Scansano, sono solo alcune delle tante mete da visitare!).

E per chi è amante della storia, la Maremma è anche ricca di testimonianze storiche del periodo etrusco e romano, come i siti archeologici presenti nelle località di Roselle, Vetulonia, Ansedonia, Saturnia, Pitigliano, Sovana.

  • Stile di vita sostenibile. Il territorio maremmano è indiscutibilmente l’ideale per tutti coloro che rifuggono il caos e i grandi agglomerati urbani, puntando più sulla ricerca di una vita a misura d’uomo.

Non a caso buona parte della domanda immobiliare di questo territorio è rivolta soprattutto a ville e rustici di campagna, strutture che consentono di vivere immersi nella bellezza della campagna, garantendo pace, tranquillità e anche distanziamento sociale (in un periodo nel quale questo termine sembra essere molto in voga).

Sostenibiltà fa anche rima con opportunità di poter continuare a lavorare, ma rimanendo a vivere in un territorio tranquillo e ricco di bellezza, grazie alle opportunità offerte dallo smartworking.

In un settore immobiliare in affanno (e non poteva essere diversamente dopo il grosso tracollo economico dei mesi scorsi), la Maremma punta a diventare un esempio positivo da perseguire per tutti coloro che si trovano obbligati a ripensare la propria offerta. 

Sostenibilità, spazi ampi e connubio tra soggiorno e smartworking, saranno alcuni dei punti di cardine sulle quali si cercherà di invertire la rotta, sempre tenendo conto che la domanda latente di molte famiglie risulta essere molto importante, e che non appena ci saranno i presupposti, saranno in molti a voler ripensare le case nelle quali voler soggiornare per brevi periodi o andare a vivere stabilmente.